10 CONSIGLI DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

Dieci semplici consigli di educazione alimentare per imparare a mangiare in modo sano e corretto… fin da piccoli!

IL PIENO DI ENERGIA CON LA PRIMA COLAZIONE!
Per iniziare bene la giornata la prima colazione è fondamentale. Per questo dovrebbe sempre prevedere la presenza di:
• Un alimento ricco di proteine (latte, yogurt, uovo, formaggio magro, ricotta, prosciutto magro, ecc.)
• Un alimento a base di carboidrati (pane, cereali in fiocchi, fette biscottate, biscotti secchi o frollini, crostata, miele, marmellata, ecc.)
• Una bevanda come té, acqua o succo di frutta per integrare il necessario apporto di liquidi
• Un frutto fresco

IL SANO SPUNTINO DI METÀ MATTINA
Gli spuntini aiutano a fornire l’energia e i nutrienti necessari.
E’ importante diversificare le scelte per mantenere una dieta bilanciata e non esagerare per non compromettere l’appetito all’ora di pranzo. Lo spuntino “intelligente” è rappresentato da qualcosa di nutriente come:
• Un alimento a base di carboidrati
• Una bevanda come succo di frutta
• Un frutto fresco o frutta frullata

LA MERENDA POMERIDIANA
L’intervallo tra pranzo e cena è piuttosto lungo, quindi è utile che i bambini consumino la merenda. Andrebbe regolata sulla base dell’attività fisica svolta dal bambino, ma allo stesso tempo non deve impegnare troppo la digestione.
Le quantità e la tipologia (più o meno complessa) della merenda sono variabili a seconda dell’età e
delle caratteristiche individuali del bambino.

Ecco alcune idee:
• Frullato di latte e frutta
• Pane con marmellata / miele/ pomodoro
• Yogurt
• Latte o yogurt con cereali
• Piccola fetta di torta casalinga
• Latte con biscotti secchi
• Fette biscottate + succo di frutta
• Pane con quadretti di cioccolato
• Macedonia di frutta
• Piccola porzione di gelato

CONSUMARE IL PESCE ALMENO DUE VOLTE ALLA SETTIMANA
La carne dei pesci va considerata, per quanto riguarda il contenuto in proteine, allo stesso livello delle altre carni ma con il vantaggio di una più facile masticazione e di una migliore digeribilità. Contiene: proteine nobili, lipidi ed è particolarmente ricco di iodio, fosforo, vitamine A e D e grassi polinsaturi, in particolare omega 3. Quest’ultimi sono particolarmente utili nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e una loro carenza nei bambini in età scolare, può compromettere la concentrazione, l’apprendimento e di conseguenza il rendimento scolastico.

COSA MANGIARE A CENA?
La cena rappresenta un momento di riequilibrio della giornata alimentare del bambino, pertanto deve essere composto da alimenti diversi da quelli consumati a pranzo. È consigliato un pasto leggero e ben digeribile poiché viene consumato prima di un periodo di inattività fisica e scarsa richiesta energetica: il sonno.
La conoscenza da parte dei genitori della composizione del menù scolastico, permetterà loro di scegliere la cena più opportuna, al fine di soddisfare l’apporto di tutti i nutrienti.

Scopri alcuni suggerimenti per la cena.

CONSUMARE REGOLARMENTE CEREALI VARIANDONE LA QUALITÀ
Per cereale si intende ogni tipo di chicco di spiga o i prodotti suoi derivati: mais, frumento, riso, orzo, farro, segale, avena, quinoa, miglio, grano saraceno, cous-cous, pane e pasta. I cereali, soprattutto quelli integrali, sono un'importante fonte di carboidrati complessi, proteine, fibre, vitamine del gruppo B e vitamina E, nonché minerali (ferro, zinco, magnesio e selenio). Privilegiare i cereali integrali, il cui consumo regolare comporta notevoli vantaggi per la salute, riducendo il rischio di malattie croniche grazie all'apporto di sostanze protettive.

FRUTTA E VERDURA: ALMENO 5 PORZIONI AL GIORNO!
Frutta e verdura sono alimenti preziosi per la salute del bambino perché sono ricchi di minerali, oligoelementi, vitamine e fibra, utili anche a promuovere una buona masticazione.
È consigliato consumare 5 porzioni di frutta e verdure ogni giorno
Se il bambino non gradisce la verdura, provare diverse ricette, coinvolgendolo nell’acquisto e nella preparazione!

PERCHÉ LA FRUTTA E NON IL DOLCE A FINE PASTO?
La frutta è un’ottima fonte di acqua, vitamine, sali minerali, acidi organici e fibra: pertanto, dopo un pasto che comprende già tutti i nutrienti, consumare un dolce che apporta zuccheri e grassi vuol dire squilibrare in senso quali-quantitativo il pasto.
Se il bambino, sin da piccolo, impara ad apprezzare il dolce naturale della frutta acquisirà buone abitudini alimentari, che lo renderanno capace di limitare il consumo di zuccheri anche quando gli verranno proposti sotto le più diverse forme.

NON SOLO NUTRIZIONE… ANCHE ATTIVITÀ FISICA!
Un’alimentazione corretta ed equilibrata costituisce un elemento essenziale della vita quotidiana, per favorire però il pieno sviluppo dell’organismo e per promuovere e mantenere uno stato di salute ottimale è necessario abbinarla ad una costante attività fisica.
Si deve cercare di fare un po’ di moto ogni giorno, scegliendo un’attività piacevole per poterla svolgere con costanza. Eccesso di calorie e carenza di movimento possono determinare un aumento di peso. Un’attività fisica moderata aiuta a bruciare le calorie in eccesso. Non c’è bisogno di essere un atleta per fare un po’ di moto!

SAPERE LEGGERE COSA SI COMPRA!
L’etichetta è la carta d’identità di un prodotto confezionato. E’ importante saper leggere le informazioni in essa contenute che ci servono per scegliere bene, scopri come!

10 CONSIGLI DI EDUCAZIONE ALIMENTARE