21/03/2017 CIR FOOD SOSTIENE LIBERA TERRA NELLA GIORNATA DELLE VITTIME DELLE MAFIE

Un piatto di pasta al pomodoro per creare conoscenza e condivisione intorno alle realtà che, con impegno quotidiano, contrastano le mafie e onorano il ricordo delle vittime. È con questo spirito che anche oggi, in occasione della XXII Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, CIR food ha servito nelle mense di scuole, ospedali e aziende di oltre 100 Comuni italiani pasta e altri prodotti provenienti dalle cooperative sociali di Libera Terra.  

Sosteniamo Libera Terra con sempre rinnovata convinzione – sottolinea Chiara Nasi, presidente CIR food - Anche un piatto di pasta al pomodoro, nella sua semplicità, può veicolare un grande messaggio di giustizia sociale e oggi, attraverso la nostra attività, siamo orgogliosi di contribuire alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica su temi di grande valore e rilievo come quelli portati avanti con impegno e determinazione da Libera”.

Il totale annuo di prodotti Libera Terra servito da CIR food è di oltre 14.000 kg, a sottolineare l’impegno costante dell’impresa nel sostenere le cooperative sociali che coltivano le terre confiscate alla mafia. Tra i prodotti ordinati rientrano rigatoni, fusilli e caserecce biologici, arance, friselle, legumi e passata di pomodoro Siccagno Bio, proveniente dalle colline dell’entroterra palermitano.