21/12/2012 La ripresa post terremoto - Le iniziative di CIR food

Resteranno invariati i prezzi per tutto il 2013 nei locali RITA situati nelle aree colpite dal sisma dello scorso maggio. Inoltre, grazie alle donazioni dei soci lavoratori sono stati raccolti 73mila euro destinati ai dipendenti CIR food che hanno subito danni a causa del terremoto.

CIR food investe sulla ripresa dopo il drammatico sisma che quest’anno ha colpito l’Emilia. L’Impresa cooperativa ha deciso, d’intesa con le associazioni imprenditoriali e sindacali, di bloccare i prezzi nei ristoranti self service RITA nei Comuni modenesi di Carpi, Mirandola, Finale Emilia e Limidi di Soliera. Non saranno dunque applicati gli aumenti previsti dagli adeguamenti Istat.

Dopo la messa in sicurezza e la riapertura dei locali, CIR food vuole dare così un ulteriore sostegno all’economia del territorio, che affronterà il prossimo anno un percorso in salita per compensare le perdite subite.

A ciò si aggiunge anche la difficile situazione di 31 dipendenti CIR food che hanno personalmente subito danni causati dal sisma. A loro sono destinati i 73 mila euro raccolti in questi mesi grazie alle donazioni dei colleghi. I contributi sono stati proporzionati sulla base dell’entità dei danni subiti, tenendo conto del numero dei destinatari e dell’ammontare della cifra a disposizione.

“La ripresa delle attività dopo il terremoto riguarda non soltanto l’economia ma anche il tessuto sociale – commenta Ivan Lusetti, Presidente di CIR food – Per questo abbiamo deciso, in coerenza con la nostra missione cooperativa, di dare un sostegno alla vita quotidiana delle persone, pensando in modo particolare ai nostri dipendenti”.

Il 2 gennaio 2013 il ristorante self service RITA a Mirandola riaprirà nel locale originario dopo 7 mesi di attività ininterrotta svolta in un prefabbricato per garantire la continuità del servizio durante la pausa pranzo dei lavoratori della zona.
Queste iniziative di CIR food arrivano dopo la riapertura nei mesi scorsi del Centro Pasti “Tre Torri” di Medolla e del ristorante self service RITA Estense di Finale Emilia.

Sono stati pertanto completati tutti gli interventi di ripristino e messa in sicurezza degli immobili di proprietà di CIR food ubicati nella 4 province terremotate, ottenendo le certificazioni definitive. Per le altre gestioni l’azienda è in possesso delle attestazioni di sicurezza provvisorie, in attesa di quelle definitive.  

La ripresa post terremoto - Le iniziative di CIR food