06/12/2017 Progetto anti-spreco realizzato col Comune di Monte San Savino candidato al concorso “Buone Pratiche” di ANCI Toscana

Il progetto “Viva la bontà, abbasso lo spreco!” realizzato dal Comune di Monte San Savino in collaborazione con CIR food e alcune associazioni del volontariato locale, è stato candidato al concorso “Buone Pratiche” di ANCI Toscana, che mira a raccogliere e valorizzare le azioni messe in campo dai Comuni toscani su importanti temi come ambiente, cultura, innovazione, protezione civile, sanità e welfare, scuola e politiche giovanili, mobilità e rigenerazione urbana, affinché anche altre Amministrazioni possano trarne utili spunti. 

Il progetto selezionato dal concorso di ANCI Toscana, si propone di raccogliere il cibo non consumato presso le mense scolastiche del Comune di Monte San Savino per destinarlo ad alcune famiglie savinesi in difficoltà economiche segnalate dall’Ufficio Servizi Sociali.

Avviato all’inizio dello scorso mese di maggio, nei primi sei mesi di attività ha consentito di recuperare oltre 80 kg di cibo non consumato.   

A renderlo noto la stessa Amministrazione comunale nell’ambito di una conferenza stampa che ha presentato tutte le novità del servizio di ristorazione per l’anno scolastico 2017-18: iniziative di educazione alimentare, nuovi strumenti per una maggiore trasparenza ed appunto progetti contro lo spreco e di solidarietà alle famiglie bisognose del territorio. 

Un progetto al quale abbiamo aderito con convinzione – sottolinea Sabrina Bassi, presente alla conferenza stampa in rappresentanza di CIR food – perché capace di coniugare sostenibilità e attenzione verso le fasce più deboli della comunità, due obiettivi che CIR food considera da sempre fra le sue priorità.

Per sostenere il progetto del Comune di Monte San Savino è possibile votare sul sito di ANCI Toscana nella sezione dedicata al concorso (http://www.ancitoscana.it/buonepratichenetwork). La premiazione avverrà il 15 dicembre.