07/03/2013 CIR food aderisce alla Settimana Mondiale per la Riduzione di Sale

Cinque grammi di sale in meno al giorno: basta poco per ridurre il rischio di ictus e di malattie cardiache.
In Italia il consumo medio pro-capite di sale è pari a circa 9-11 grammi giornalieri, il doppio rispetto a quanto indicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Da sempre attenta a coniugare gusto e salute in tavola, CIR food ha scelto di sostenere la campagna mondiale organizzata dal World Action on Salt and Healt, che quest’anno è dedicata alla riduzione di sale nei pasti fuori casa.

Promossa in Italia dalla SINU - Società Italiana di Nutrizione Umana, l’iniziativa prevede la distribuzione dall’11 al 17 marzo 2013 di manifesti e depliant che invitano ad una scelta consapevole di alimenti meno ricchi di sale. “Meno Sale Più Salute nei Pasti Fuori Casa” è lo slogan della campagna, che svolge anche un ruolo informativo sulle fonti nascoste di sale negli alimenti, ad esempio nei salumi e nelle conserve vegetali.
Nel vademecum per un utilizzo responsabile del sale, si ricorda inoltre che consumare cibi poco salati migliora la sensibilità gustativa. Se poi il menu è davvero insipido, basta un pizzico di sale, purché sia iodato, come suggerisce anche CIR food che utilizza dal 2009 in tutte le ricette preparate nei propri locali sale marino italiano arricchito di iodio, utile per la salute in particolare dei più piccoli e nella prevenzione delle patologie tiroidee.

Ulteriori informazioni sulla Settimana Mondiale per la Riduzione di Sale sono disponibili sul web:
http://www.sinu.it
http://www.worldactiononsalt.com