19/04/2012 CIR food al Cibus di Parma

Con altre dodici importanti aziende alimentari CIR food sarà presente al Cibus presso lo stand Pianeta Nutrizione.

Un ricco programma di incontri tecnico scientifici curati dai medici endocrinologi e dagli esperti di G.A.T. (Gruppo Aiuto Tiroide), in collaborazione con A.I.T. (Associazione Italiana Tiroide), animerà lo stand C 65 - D 65  al pad. 7 di  Cibus Pianeta Nutrizione in programma presso la Fiera di Parma dal 7 al 10 maggio 2012.
Si parlerà di iodoprofilassi, tema ancora di grande attualità nel nostro Paese, dove è tuttora presente una carenza iodica causa di patologie tiroidee e di altre disfunzioni che colpiscono 6 milioni di persone di cui 543.000 neonati che risultano non protetti da tale carenza, mentre in Europa sono a rischio 360 milioni di persone. La carenza di iodio è ritenuta dall’O.M.S. un rilevante problema di salute pubblica essendo la più comune causa prevenibile di ritardo mentale. 
“E’ pertanto ampiamente motivato – dichiara la dr.ssa Daniela Agrimi presidente di GAT – il richiamo delle politiche di salute pubblica verso strategie finalizzate ad assicurare un apporto iodico stabile, mediante un’idonea integrazione alimentare. Le attività di monitoraggio di OSNAMI,  l’Osservatorio dell’Istituto Superiore di Sanità e delle Organizzazioni internazionali, consentono di affermare che la iodoprofilassi con sale iodato non ha effetti collaterali quando condotta a regime. Il sale iodato è un veicolo universale per la iodoprofilassi e in questa direzione anche l’industria alimentare ha un ruolo importante”.
La supplementazione iodica in Italia è veicolata principalmente dall’utilizzo di sale iodato. La legge ministeriale  n. 55/2005 ne promuove l’uso attraverso il consumo domestico, la disponibilità nella ristorazione pubblica e collettiva e l’utilizzo, come ingrediente, nella preparazione e conservazione dei prodotti alimentari.
Testimoni di queste azioni, ai fini della iodoprofilassi, sono le dodici aziende (Amadori, Anselmi, Caber, CIR food, CLAI, COOP Bene si, Eurocompany, Fresco Piada, Grandi Pastai Italiani, GrissinBon, ISAD Sali, Pucci) presenti nello stesso stand con prodotti che spaziano dalle carni di pollo e tacchino ai formaggi, dagli insaporitori ai sostitutivi del pane, dalla pasta alla frutta secca, dai salumi ai sottoli. Prodotti diversi ma accomunati dallo stesso ingrediente: Presal, sale iodato protetto, che ha risolto il problema dell’estrema volatilità e scarsa resistenza al calore dello iodio dopo anni di ricerca con l’Università di Bologna. La tecnologia messa a punto, di protezione dello iodio, fa sì che l’elemento rimanga presente a contatto con gli alimenti e non si disperda dopo la cottura garantendo l’apporto di iodio dichiarato in etichetta.
Produrre cibo, quindi, ma con un occhio alla salute e alla prevenzione nell’ottica di contribuire al benessere psicofisico dei consumatori che potranno utilizzare prodotti di largo consumo, accessibili a tutti, per una dieta equilibrata e consapevole.
Gli incontri scientifici curati da GAT sul tema della iodoprofilassi nella filiera alimentare riguarderanno aspetti diversi ma concatenati come l’innovazione tecnologica nell’industria alimentare, l’informazione mirata alle scuole ed al consumatore finale, la prevenzione iodica dal concepimento all’età adulta, le motivazioni alla spesa informata e consapevole per ribadire a più voci che una corretta alimentazione è il primo passo della prevenzione.
Saranno presenti noti esponenti del mondo scientifico (Università di Bologna e di Pisa) e medici di chiara fama, come il prof. Aldo Pinchera, punto di riferimento dell’endocrinologia italiana. Dal suo Gruppo di lavoro, tramite il prof. Aghini Lombardi, è stata recentemente condotta con esiti molto positivi una sperimentazione in vivo per confermare il reale assorbimento di iodio dei prodotti alimentari contenenti Presal.

L'attenzione di CIR food al consumo di sale
CIR food da sempre si fa promotrice di un corretto consumo degli alimenti ed in particolare dell’uso del sale. Ne sono dimostrazione alcuni importanti progetti portati avanti negli ultimi anni, come il progetto “Benessere Cristallino…con un semplice trancio di pizza” che CIR food e Caber hanno promosso per soddisfare il fabbisogno di iodio nella crescita dei bambini prevenendo eventuali disturbi della tiroide.  Il consumo a tavola di sale arricchito di iodio è utile per la salute, in particolare dei più piccoli. Accogliendo la legge 55/2005 del Ministero della Salute sulla prevenzione delle patologie tiroidee, promossa dall’Unicef e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, CIR food, da sempre attenta al benessere alimentare, ha scelto di utilizzare Presal Caber, ovvero sale iodato protetto, all’interno dei prodotti di pizzeria preparati in oltre 30 locali di ristorazione commerciale, sia pubblici esercizi che mense aziendali, presenti sul territorio nazionale.  Nell’ambito della Legge ministeriale sulla iodoprofilassi che promuove “L’uso in cucina e a tavola di sale arricchito di iodio”, CIR food ha dunque scelto l‘utilizzo di sale iodato protetto per tutte le preparazioni di impasti, condimenti ed ingredienti delle pizze cucinate nei propri punti di ristorazione. Questa scelta assicura a tutti,  in particolare bambini in crescita e donne in gravidanza, il giusto apporto di iodio, fondamentale per il buon funzionamento della ghiandola tiroidea.

“L’alimentazione sana ed equilibrata è un diritto dei consumatori e CIR food nel rispetto della mission aziendale è sempre attenta a divulgare una corretta cultura dell’alimentazione e a migliorare le abitudini di consumo" – commenta Ivan Lusetti, Presidente CIR food.

CIR food con le altre dodici importanti aziende alimentari vi aspetta al CIBUS – Pianeta Nutrizione (Fiera di Parma 7-10 maggio 2012) per testimoniare come sia possibile produrre cibo con attenzione alla prevenzione e alla salute.

CIR food al Cibus di Parma